Entity Framework vNext

di , in PDC 2008,

Ieri pomerggio l'ulimo slot è stato dedicato a Entity Frameork vNext. Devo dire che le novità sembrano molto interessanti. A parte il supporto per la Persistence Ignorance che era una cosa nota, ci sono altre caratteristiche che saltano agli occhi.

La prima è il supporto di un modello di sviluppo EDM-free. praticamente si generano le classi POCO. poi nell'objectcontext si mappano le classi al database attraverso degli attributi e i file di mapping di EF vengono generati a run-time. Questo consente di generare classi in maniera semplice senza avere nessun riferimento al db e di lasciare tutto il mapping ad EF. Non so onestamente come si gestiscono feature come l'ereditarietà, ma vedremo. questo approccio è sicuramente interessante quando il domain model è molto semplice.

Un'altro scenario supportato dal designer è quello di disegnare visualmente le classi e generare direttamente il database dalla loro struttura. Ad ogni cambiamento delle classi si da ora a possibilità di allineare il database, Questa cosa mi piace di meno perchè la vedo pericolosa, ma comunque in uno scenario di Domain-Model first ha il suo perchè.

Il lazy loading viene ora implementato in maniera trasparente impostando la proprietà deferredloadingenabled dell'objectcontext a true (non ricorda vagamente linq to sql?). Ovviamente, per mantenere la compatibilità, questa proprietà di default è a false e va impostata oni volta a true (se se ne ha bisogno).

Insomma, Entity Framework sembra diventare sempre più potente. Se alcuni problemi di mapping verranno risolti ed il designer viene reso stabile, penso che avremo per le mani un gran bel prodotto pronto per competere con tutti gli altri.

Stay Tuned...

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Entity Framework vNext
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Nella stessa categoria
I più letti del mese