Ancora qualche novità su ASP.NET 2.0

di , in PDC,

Dopo la stanchezza accumulata ieri, oggi ho strafatto. 4 ore di Data Controls e 2 di tips & tricks.

Tutte cose che sapevo già, a parte qualche altro spunto.

E quindi perchè continuare a seguire ASP.NET quando potevo seguire altro? Semplice, ASP.NET è il futuro prossimo, di Avalon (tanto per dirne una...) se ne parlerà anche alla PDC dell'anno prossimo (propongo Las Vegas o Miami :D).

E poi il mio lavoro al 99,99% è legato ad ASP.NET. E mi sono reso conto di essere tra i pochi a conoscere le cose principali sin d'ora. Il che non è male. E poi una bella rinfrescata aiuta, dai :)

Comunque, prime due sessioni su Data Controls di ASP.NET Whidbey. Speaker è Brad Millington PM di ASP.NET.

Si preannuncia interessante la sessione di 4 ore sui data controls ASP.NET in whidbey.

Come avrete certamente gia' letto nel mio articolo, e' proprio uno dei punti in cui ci sono piu' novita'.

S'è parlato di tutto, davvero interessante per uno che come me vive in mezzo a n sorgenti. O almeno vivrà fino a WinFS :)

Vengono mostrati tutti nel dettaglio, inclusi GridView e DetailsView, così come tutte le varie DataSource. Ho avuto modo di vedere all'opera la XmlDataSource che non avevo approfondito bene. E' meglio di quanto mi aspettassi, il che è un bene :)

Nel pomeriggio sessione del mitico Scott Guthrie. Famosi i suoi speech t&t, per cui sala ultrapiena.

Si parla di ciò in cui non si è parlato nella altre sessioni, per cui per me è interessante (perchè il resto l'ho già guardato da molto tempo da solo).

Si parla di crosspage postback. Finalmente è possibile farlo, visto che il ViewState viene girato ad un'altra pagina ed è quindi possibile sfruttare la classe PreviousPage con il metodo FindControl per recuperare l'istanza del control della pagina precedente e quindi leggerne le proprietà. Comodo.

Si passa poi ai validator group, ovvero alla possibilità di definire un gruppo di validator e quindi evitare che se ci sono n form su una pagina (o meglio, n button) non si possano usare, così com'è nella 1.x.

E poi via di Wizard control, che permette in automatico di creare maschere che inseriscono informazioni a step.

Altra grossa novità (io l'ho fatta da sola, ma così è anche meglio). Ci sarà un image handler particolare, associata all'estensione .asix, che servirà per creare file grafici al volo.

All'interno di questo file sarà possibile definire un evento RenderImage che accetta un parametro g as Graphic per creare al volo le immagini. Molto utile.

Sulla stessa onda il nuovo control ASP:dynamicimage che permette di creare immagini direttamente nella pagina, senza passare per nulla di esterno!

Proprietà Image per associare un oggetto Graphic, oppure ImageBytes per recuperare i bytes direttamente da un campo BLOB di un database! E se non bastasse, il control adatta la risoluzione ed il formato (così come tutti gli altri controls di ASP.NET Whidbey) al tipo di device su cui gira. E quindi ridimensiona automaticamente l'immagine su client wap o simili.

Ancora, novità legata al meccanismo di URL rewriting mapping. Anche questo l'ho fatto da tempo ed anche questo finalmente sarà nativo (nel web.config). Si potrà trasformare un path del tipo miofile.aspx?ID=10 in /catalogo/libriclassici.aspx. Molto utile.

E quindi i Build Providers, meccanismi particolari che permettono di compilare particolari codici sorgenti insieme con alcuni files. Tra queste estensioni troviamo .wsdl .xsd o .resx. Il che vuol dire che per consumare un web services basta ora basta importare (creare su disco) il suo WSDL, senza classi proxy in mezzo. Il tutto sfrutta quindi un sistema declarative ed i partial types.

E via diNo-compile pages, ovvero della possibilità di non compilare una pagina (e quindi di servirla in maniera veloce...) se non c'è codice all'interno e si è impostato l'opzione compilationMode (nel web.config o nella direttiva page) su Auto.

Le altre due opzioni (never e always) servono invece per non compilare mai (e quindi avremo un errore se c'è del codice, utile per inibire queste funzionalità a file uploadati dagli utenti) o sempre.

Chiusura con un nuovo sistema che permette di compilare automaticamente prendendo il codice da fonti remote, come un database. Davvero interessante come sviluppo.

Chi ha ancora il coraggio di dire che Whidbey (ed ASP.NET Whidbey) non è entusiamente? :)

Stasera party agli universal studios. Tutti per noi, davvero interessante la premessa. Ve ne parlerò, statene tranquilli :D

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Ancora qualche novità su ASP.NET 2.0
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Nella stessa categoria
I più letti del mese