L'eeePC con Windows XP

di , in Microsoft-related,

Recentemente ho avuto tra le mani un eeePC. Ho sempre preferito i portatili ai trasportabili ed avendo posseduto dei 12'' quando costavano 3 volte quelli normali, apprezzo davvero tanto la leggerezza. Per esperienza, un ultraportatile, come un netbook in fin dei conti è, cede su disco, processore e schermo, guadagnando in portabilità, maneggevolezza ed IDF (indice di figosità :))

Ho preso un 900 dell'ultima serie, quelli da 4+16 GB con SSD. Ho voluto provare la versione con SSD perchè per certo rappresenta una sfida più interessante del normale disco, in previsione futura, oltre teoricamente ad essere più affidabile in caso di urto. Lo mandano con Ubuntu-qualcosa preinstallato ed avendo 1 GB di RAM ho installato Windows XP Home Edition. Avevo a lungo pensato a Vista Starter, ma poi mi sono detto che forse è meglio aspettare Windows 7, che supporterà questo genere di dispositivi in maniera nativa.

Avendo preso un lettore DVD esterno via USB, l'installazione è stata agevole. In giro si trovano comunque trucchi per installarlo dal lettore SD o via USB.

L'installazione in sè consuma circa 2 GB dei 4 disponibili, se non utilizzate niente per farvi un'immagine personale. Io ho scelto di tenere sul disco C solo Windows, mentre sull'altro da 16 GB tutto il resto. Per questo motivo, dopo aver applicato una marea di aggiornamenti ed aver installato i driver, che sono tutti sul CD allegato, ho incominciato a sistemare l'ambiente.

Ho spostato la directory dei programmi da C:\programmi a d:\programmi, usando il solito trucco: apri il registry e cambia tutte le voci che incontri, inclusa quella che dice dove stanno di default, così che quello che installi dopo andrà a finire lì. Per sicurezza, ho anche creato un junction point utilizzando NTFS Link Ext, così che anche installer un po' "duri" riescano ad andare a scrivere nel percorso giusto. Praticamente vi consente di aggiungere dentro un path un "link" ad un altro percorso, una feature che è dentro NTFS e vale anche se decidiate di installarci Windows Vista o Seven.

Successivamente, ho spostato i profili utente sul disco C: questa è la cosa più facile di tutte.

Fatto questo, mi sono trovato con quasi 1 GB di spazio libero, che è salito ulteriormente spostando da c:\windows a d:\windows (e creando i relativi junction) le directory ServicePackFiles e SoftwareDistribution. In realtà se sapete con certezza che non rimuoverete mai le patch, potete cancellare tutti i file che salvano, che sono circa 800 MB. A questo punto c'è spazio abbastanza per installare il SP 3 e gli aggiornamenti finali.

Fatto questo, si installa Office 2007 (Word, Excel e Powerpoint), un antivirus, qualche altra utility e ci siamo. Ho anche installato quelle di ASUS, così che ho avuto la possibilità di aggiornare anche il firmware. Spostate la directory di Temp sempre sotto il disco d:\ e ci siamo.

Detto questo, l'impressione è più che positiva, assecondata da un WAF (Wife Acceptance Factor) molto elevato. La tastiera è di sicuro piccola, lo schermo anche, ma se bisogna navigare, scrivere una lettera, controllare l'home banking o usare messenger (tutte cose da end user, insomma) è il device che raggiunge il vero punto di equilibrio tra necessità reali e potenza inutilizzate: cosa me ne faccio di 4 core quando navigo o scrivo una lettera?

Un po' scarsina la batteria, ma non si può avere tutto. Adesso non mi resta che comprarne uno simile per me, magari uno di quelli nuovi che faranno l'anno prossimo con il touch screen, perchè, ovviamente, così ci posso montare e sfruttare al meglio Windows 7 ;)

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

L'eeePC con Windows XP
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn, Google+

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Nella stessa categoria
I più letti del mese