Come progettare, prototipare e realizzare un'applicazione Metro per Windows 8: il caso pratico dell'app di ASPItalia.com

di , in ASPItalia.com Network,

Sin dalla prima preview di Windows 8 in 5DLabs.it abbiamo iniziato a sviluppare piccoli prototipi di app Metro. Abbiamo realizzato una prima versione prototipale dell'app di ASPItalia.com già con la technical preview e l'abbiamo mostrata sia a WPC 2011, che ai Community Days 2012.

L'idea è che per imparare bene a padroneggiare una tecnologia, specie se nuova, bisogna farsi le ossa, provando sul campo tutte le piccole gioie che solo una bella alfa/beta/CTP/preview sa donarti. Anche se stiamo già sviluppando per conto di clienti, l'idea di portare avanti un progetto nostro, reale dalla A alla Z, dove i clienti sono mediamente puntigliosetti era troppo affascinante ed entusiasmante allo stesso tempo, perché non ne approfittassimo.

Per cui, da qualche mese a questa parte abbiamo iniziato a lavorare al progetto della prossima app Metro di ASPItalia.com, che pubblicheremo all'apertura dello store italiano di Windows 8. L'idea è di trasportare, come già abbiamo fatto per l'app Windows Phone, le funzioni che ha senso offrire in nativo, senza fare una copia del sito web, ma puntando sull'integrazione e sugli scenari per cui le app Metro danno il meglio (offline, formattazione dei contenuti, personalizzazione).

Il team che abbiamo messo a punto (al gran completo ed in ordine di distanza geografica da me mentre scrivo questo post: Cristian, Marco, Alessio, MarcoDes e Stefano!) lavora già da qualche settimana alla defizione delle feature. L'idea è che ognuno di noi dedica tempo reale al progetto e lo segue come se fosse un normalissimo lavoro, con tempo di qualità.

In prima analisi, siamo partiti dal progettare l'Information Architecture. L'IA è spesso sottovalutata, ma riveste un ruolo fondamentale, specie in progetti un po' complessi, perché consente poi di lavorare meglio a tutti i livelli, anche in chiave di release successive. In seguito, abbiamo ragionato sulla UX (User Experience) che volevamo dare all'app, grazie agli use case che l'IA ci ha consentito di definire facilmente.

Da questo momento in poi, siamo partiti, parallelamente, a fare il duplice lavoro finale, cioè quello di iniziare a disegnare i visual delle varie interazioni, a livello grafico, mentre il gruppo dei dev ha iniziato a scrivere il codice di infrastruttura e di view. Queste due fasi andranno sempre di pari passo, con rifiniture del layout anche successive alla fase di codice vero e proprio: un'app Metro ha una cura maniacale dei dettagli e questo aspetto a me piace davvero tanto, perché se ne percepisce più facilmente la qualità.

Non voglio dilungarmi troppo, se non per annunciarvi una nuova serie di post nel blog, con cui vi terremo compagnia nelle prossime settimane di lavoro, per aiutarvi a capire quali siano le fasi legate alla progettazione, prototipizzazione e realizzazione di un'app Metro per Windows 8. Credetemi, a parte essere divertente sviluppare, questa serie vi aiuterà a comprendere meglio i meccanismi che stanno dietro le quinte, perché poi sono gli stessi, identici, che andiamo ad applicare ai normali progetti basati su Windows Phone e Windows 8. Seguite questo blog per restare aggiornati!

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Come progettare, prototipare e realizzare un'applicazione Metro per Windows 8: il caso pratico dell'app di ASPItalia.com
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn, Google+

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Nella stessa categoria
I più letti del mese