Il concetto di consumo in Windows Azure

di , in Windows Server and Security,

In questo periodo stiamo valutando con diversi clienti, per applicazioni di tipo etorogeneo, quello che Windows Azure può offrire, che poi è essenzialmente scalabilità e bassi costi di startup (0, a dire il vero). Il nostro speciale di questo mese ha evidentemente solleticato :)

Comunque, la domanda principale che viene fuori nelle discussioni è quella che riguarda il funzionamento del consumo (e della fatturazione) delle varie componenti. In questo, devo dire, il sito non è chiarissimo a prima vista.

Ad ogni modo, il concetto di affitto di una casa è perfettamente calzante. Se affitto una casa, infatti, pago anche per il tempo che non ci sono fisicamente dentro (come quello in cui sono al lavoro), per la corrente ed il riscaldamento, e così via.

Con Windows Azure il concetto è identico: pago il tempo che la mia VM (o qualsiasi altra cosa) è in deploy, cioè consuma spazio e risorse. Questo vale anche se in quel momento è sospesa (o in staging). Da questo punto di vista, quindi, se non dovete fare l'hosting diretto delle applicazioni (ma il solo sviluppo) l'ambiente locale di testing va benissimo, visto che tra l'altro è l'unico a darvi il debug integrato.

Sul concetto di affittare una casa credo che concordiamo tutti: anche se la prendo per farci i week-end, infatti, durante la settimana non potrà essere utilizzata da altre persone, quindi le risorse sono comunque allocate e pronte per me. E quindi pago anche quel tempo.

Alcuni spunti interessanti, dal mio punto di vista:

  • il costo di fatturazione minimo è di un'ora, quindi ogni deploy consuma quanto meno un'ora;
  • se aumentate il numero di istanze, aumentate il conto finale;
  • l'unico modo per non pagare è non avere app in deploy.

Ricapitolando: potete vedere il vostro "conto" dal portale specifico e prestate attenzione al fatto che al momento il report si aggiorna ogni 12 ore, quindi se avete soglie di traffico/uso gratuito (come con abbonamenti MSDN) potreste già aver sforato, accorgendovene dopo 12 ore.

L'unico modo per tenere immacolata la vostra carta di credito a fine mese è non occupare risorse. Tenetelo a mente. :)

Per calcolare il TCO ed il ROI, potete usare questo tool.

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Il concetto di consumo in Windows Azure 1010 1
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn, Google+

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Nella stessa categoria
I più letti del mese