Warm-up dell'applicazione con IIS 7.5

di , in Windows Server and Security,

IIS 7.5 è incluso in Windows 7 e Windows Server 2008 R2 ed è una evoluzione di IIS 7.0, che invece è disponibile su Windows Server 2008 e Windows Vista.

IIS è essenzialmente un web server, quindi è soggetto alla richiesta di risorse da parte dei client, per far partire l'applicazione che contiene. E' certamente possibile evitare di far riciclare il worker process se la nostra applicazione richiede di essere sempre pronta e disponbile, ma se c'è una fase di caricamento alla prima richiesta che è un po' più lungo del solito, l'effetto è che chi arriva per primo, dopo l'avvio dell'app pool, può rischiare di aspettare troppo.

In questi scenari il warm-up dell'applicazione consente di fare in modo che all'avvio del processo corrispondente al sito in questo (in realtà, alla singola applicazione) possa essere associato del codice. Attraverso questo add-on la cosa è possibile oggi, in maniera indipendente dalla tecnologia utilizzata. Questo add-on infatti consente di scegliere una pagina da invocare durante il warm-up, come specificato qui.

Con ASP.NET 4.0, invece, c'è una specifica funzionalità che si basa su un evento dell'applicazione ed un'interfaccia da implementare, che consente di fare qualcosa di più raffinato.

In entrambi i casi l'effetto è di quello di far trovare, alla prima richiesta, l'applicazione pronta ed in grado di rispondere al volo.

Questa tecnica è molto comoda in ambienti con load balancing, in quanto consente di notificare il balancer che un certo nodo è pronto quando effettivamente il primo caricamento è già stato simulato.

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Warm-up dell'applicazione con IIS 7.5
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn, Google+

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Nella stessa categoria
I più letti del mese